Lufthansa – Airbus A321-200

14 10 2009

Foto di un Airbus A321-200 (numero di registro D-AISO) della compagnia tedesca Lufthansa in fase di atterraggio all’aeroporto di Venezia.

A321 Lufthansa in fase di atterraggio

A321 Lufthansa in fase di atterraggio

Airbus A321-200 della compagnia Lufthansa

Airbus A321-200 della compagnia Lufthansa

Novità di questi giorni  riguardante il colosso tedesco è l’annuncio del nuovo servizio che sarà offerto a bordo denominato FlyNet. Grazie ad una collaborazione con Panasonic, la Lufthansa, entro la prima metà del 2010, introdurrà il WiFi a bordo dei propri velivoli; i passeggeri in posseso di un dispositivo compatibile con la tecnologia WiFi (o telefono cellulare GSM/GPRS) avranno dunque la possibilità di collegarsi alla rete in qualsiasi punto degli aeroplani.

Si tratta di un servizio che è già stato introdotto da altre carrier (Air France, British Arways, American Airlines e Alaska Airlines, solo per citarne alcune), e Lufthansa non è sicuramente la first timer in questo servizio.
Va tuttavia precisato che già nel 2003 la compagnia tedesca aveva avviato un progetto simile in accordo con la Boeing Connexion, ma fu abbandonato dopo tre anni.

Sarebbe interessante capire se questa rinuncia sia stata dannosa per Lufthansa in quanto non ha potuto beneficiare di tutti i vantaggi legati al fatto di essere una dei pioniere del nuovo servizio a bordo.

About these ads

Azioni

Information

3 responses

14 10 2009
worldflyer

Secondo me il problema più grande del Wi-fi a bordo è il prezzo. Ricordo di averlo provato – tramite un free trial voucher – a bordo di un Boeing Singapore Airlines… il costo era decisamente fuori segmento per la maggiorparte dei passeggeri.
Chi viaggia in economy (che da un punto di vista prettamente numerico rappresenta l’80%) già è poco disposto a buttare via soldi, non parliamo poi quando paghi tanto per avere poco in cambio. Il problema principale è che la maggiorparte dei velivoli in economy non è ancora attrezzato con una presa per poter alimentare un laptop e tre anni fa, l’IFE non offriva possibilità di navigare sul web: conseguentemente la durata della connessione era strettamente correlata alal durata della batteria… cioè troppo poco.
Oggi le cose per fortuna stanno un po’ cambiando: molte compagnie offrono una presa anche in economy e se il prezzo sarà ben calibrato (non mi sono molto interessato alla cosa, per cui magari è gratuito e io nn ne so nulla!)

Ciao!

14 10 2009
nesspotters

Effettivamente l’utilizzo del WiFi ha dei prezzi che non si possono proprio definire economici.
La Lufthansa non ha ancora reso noto il tariffario del nuovo servizio, però osservavo ad esempio quello della Virgin America: 9,95 $ per 3 ore e 12,95 $ per tutto il volo.
Penso quindi che tu abbia centrato perfettamente il problema: i costi sono troppo elevati, forse se si riducessero le tariffe le compagnie potrebbero beneficiare di maggiori ricavi a bordo.

14 10 2009
worldflyer

12,95 per un volo di 12 ore a me starebbe bene…. però voglio la presa per poterlo usare a pieno :(

Passando di palo in frasca, se Trenitalia sul frecciarossa offrisse il WI-FI ad un prezzo flat onesto (5-6 euro nn di più), vista la tipologia di clientela, credo avrebbero ottimi risultati, visto che cmq il wi-fi su un treno intuitivamente mi sembra molto meno costoso e difficile da realizzare rispetto a quello per un aereo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: